Inclusione della persona anziana nella società moderna

Una formazione medica

Crediti formazione continua: 2

Cari Colleghi
I geriatri sono chiamati a sviluppare nuovi modelli dell’invecchiamento di successo definito da Mac Arthur 30 anni fa: basso rischio di malattia e disabilità—alta funzione mentale e fisica— impegno attivo nella vita. Le informazioni genetiche e i biomarcatori modificheranno questi vecchi concetti. L’influenza di fattori sociali, razza, genere, orien-tamento sessuale, stato socioeconomico vanno ora consi-derati per un invecchiamento positivo.
Forse va cambiata la struttura della società orientata ora all’educazione dei giovani, totalmente al lavoro della clas-se media e al “rilassamento” dell’anziano. Magari la popo-lazione”sandwich” dovrà dedicare più tempo ai figli e ai loro genitori che invecchiano, permettendo loro nuovi ruoli e responsabilità, stipendiate, adattate all’età. Non dimenti-chiamo che gli anziani possono offrire le conoscenze ac-quisite, la stabilità, l’accresciuta capacità di risolvere pro-blemi essenziali, la maggior capacità di gestire conflitti e l’abilità di considerare i punti di vista di altre fasce d’età.
Riflettiamo insieme su questi temi affascinanti. A presto
Vincenzo D’Apuzzo

Programma

17:45
Accoglienza
18:00
Dott. med. William Pertoldi, specialista FMH in geriatria e medicina Interna:
Come invecchiare (bene) nella società attuale
18:30
Dott. med. Michele Mattia, specialista FMH in psichiatria e psicoterapia:
Quando il corpo invecchia, ma l’anima e lo spirito rimangono giovani...accettare o investire nelle stagioni della vita che passano
19:00
Dott. med. Vincenzo D’Apuzzo, specialista FMH in pediatria e allergologia:
L’esperienza di un pediatra quale animatore di anziani protagonisti dilettanti in un
lungometraggio
19:30
Apéro riche
20:30
Fine serata per permettere le proiezioni in sala